Che cos’è la malattia di Alzheimer?

Che cos’è la malattia di Alzheimer? È una malattia degenerativa del cervello che provoca la demenza.

Che cos’è la demenza? È la perdita di una o più di una delle funzioni cognitive talmente grave da compromettere l’indipendenza nelle attività quotidiane. Che cos’è che ci impedisce di essere indipendenti?

  • perdere le memorie,
  • perdere la capacità di parlare e comprendere quello che le persone ci dicono,
  • perdere la capacità di riconoscere gli oggetti, i volti, i colori, giudicare le distanze, distinguere tra oggetti che si muovono e oggetti fermi, percepire più di un oggetto per volta, di prestare attenzione al nostro corpo e allo spazio circostante, coordinare i nostri movimenti sotto il controllo visivo,
  • perdere la capacità di compiere gesti,
  • perdere la capacità di mettere in sequenza logica le informazioni che ci arrivano, di focalizzare l’attenzione per agire in modo da arrivare a uno scopo, di inibire gli impulsi, controllare le emozioni, monitorare noi stessi,
  • perdere la capacità di comportarci come si deve con le altre persone.

E con la perdita della memoria si perde: sé stessi.

La memoria di ciò che il malato ha vissuto si sgretola e con essa la sua identità non sa più chi è.

Come scrive Pirandello in Uno, nessuno e centomila:
“Voi credete di conoscervi se non vi costruite in qualche modo? Ch’io possa conoscervi, se non vi costruisco a modo mio? E voi me, se non mi costruite a modo vostro? Possiamo conoscere soltanto quello a cui noi riusciamo a dare forma.”

La perdita del sé è ben rappresentata negli autoritratti del pittore Utermohlen che li eseguì nel corso della malattia di Alzheimer di cui soffrì. È ben evidente la progressiva perdita della definizione dei tratti del proprio viso come conseguenza della progressiva perdita della propria identità.

autoritratti del pittore Utermohlen

Ma si perde anche il giudizio?
Come scrive Oscar Wilde: “Il nostro essere è il nostro passato. E solamente col passato è possibile giudicare le persone”. Henry Ey ribadisce  “Nel corso di tutto lo sviluppo della personalità si costruisce un capitale di valori logici, un patrimonio mentale… il sistema di valori è un riferimento al quale si chiama il soggetto nella formazione del giudizio”.

Sì, insieme all’identità i malati di Alzheimer perdono anche il giudizio.


Un romanzo sull’Alzheimer, sull’amore e sull’amicizia, scritto dal Neurologo Marco Marchini, dall’alto del suo osservatorio privilegiato sul mondo della malattia.

“L’ombra non protegge dalla pioggia” è disponibile su Amazon e su tutte le principali librerie online in formato ebook e cartaceo.

ACQUISTA IL LIBRO

Trackback URL: https://www.raccontidialzheimer.com/blog/2023/12/01/che-cose-la-malattia-di-alzheimer/trackback/

Leave a comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *